Bollette energia elettrica, attenzione ai conguagli pluriennali

A partire dal marzo scorso la Legge di Bilancio 2018 ha ridotto la prescrizione per i maxi conguagli pluriennali sulla bolletta dell’energia elettrica da cinque a due anni.

Molti utenti non sono al corrente della novità e proprio approfittando di questa asimmetria informativa molti operatori continuano a richiedere agli ignari clienti il pagamento di conguagli per periodi superiori a due anni.

Ricordiamo che l’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e ambiente (Arera) obbliga ai venditori di energia di informare il consumatore del termine di prescrizione previsto per i conguagli con una comunicazione da trasmettere con almeno 10 giorni di anticipo rispetto alla scadenza del pagamento.

L’applicazione della prescrizione tuttavia non è automatica, nel senso che per contestare di una fattura relativa ad un periodo superiore ai due anni è prevista una procedura precisa: in primis è necessario inviare un reclamo scritto all’operatore attraverso una raccomandata con ricevuta di ritorno, a cui il venditore deve rispondere entro 50 giorni. Qualora il gestore non rispetti tale scadenza si ricorrerà alla conciliazione online, mentre in caso di mancato accordo o di accordo non soddisfacente si andrà davanti al Giudice di Pace.

La modifica è stata introdotta principalmente allo scopo di aumentare la trasparenza e facilitare la risoluzione di eventuali contenziosi.

  • Stampa
  • Email

logofooter FEDERCONSUMATORI LAZIO

Indirizzo: Via Antonio Gallonio 23 00161 ROMA

Indirizzo Email: 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Email Pec:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Tel: 06.44340366/80
Fax: 06.44340709

Dal Lunedi al Venerdi
09.00-13.00/14.00-18.00

    

Newsletter

Privacy e Termini di Utilizzo

Dove Siamo